29 giugno 2018: è tempo di proposte

Terna ritira il progetto elettrodotto: il racconto della stampa locale
1 giugno 2018
FESTA DELLA VITTORIA
14 luglio 2018

Amministratori locali, tecnici e cittadini festeggiano il ritiro del progetto.

La stagione delle proposte

Comunicato stampa del 30 giugno 2018

Ieri sera, nella splendida cornice di Villa Sagredo, c’erano tutti: dalla Città metropolitana di Venezia alle amministrazioni comunali della Riviera del Brenta, Saonara, Ponte San Nicolò e Noventa Padovana.

Ospiti del dott. Roberto Bano, sindaci, tecnici e cittadini dei gruppi Noelettrodottoaereo.it hanno festeggiato l’importante risultato conseguito con il ritiro del progetto dell’elettrodotto aereo.

«Ora bisogna pensare al futuro – hanno dichiarato i Noelettrodottoaereo.it che, con il sindaco Andrea Danieletto di Vigonovo, sono stati fra i promotori della serata – quanto è stato fatto rappresenta, a detta di molti, una pietra miliare nella gestione di questo tipo di problematiche: solo grazie all’unione delle forze, alla coesione di tutte le amministrazioni locali e al ripristino del primato della politica e della Comunità siamo riusciti ad imporre una sensibilità civile e ambientale per molti versi inedita».

Sindaci, tecnici e cittadini si sono detti concordi nel riaffermare per il futuro questo impegno alla coesione e al coordinamento, perché il sia pur importante ritiro di un progetto non corrisponde de facto al superamento delle problematiche dell’infrastruttura aerea, superabili solo attraverso l’interramento e la progettazione coerente con il rispetto dell’ambiente e lo sviluppo delle Comunità.

«Si apre una stagione nuova – concludono i Noelettrodottoaereo.it – il seme che è stato piantato potrà germogliare solo se troverà un clima favorevole e un terreno fertile fatto di solidarietà umana, civile e politica».

Prossimi impegni in agenda

  • 21/22 luglio inaugurazione della Colombaia, la nuova sede dei gruppi Noelettrodottoaereo.it.

Grazie all’impegno dei volontari dei gruppi Noelettrodottoaereo.it e alla disponibilità dell’amministrazione comunale di Vigonovo, torna a vivere uno degli edifici storici simbolo della Comunità vigonovese.

  • Autunno 2018, La stagione della proposta.

Verrà a breve rilasciato il manifesto programmatico dell’iniziativa, un’inedita occasione di confronto sullo sviluppo futuro delle Comunità aperto a tutte le realtà attive sul territorio, per immaginare insieme il futuro dei nostri borghi e paesi.

Elenco dei partecipanti alla serata

  • Amministrazione comunale di Vigonovo
  • Amministrazione comunale di Stra
  • Amministrazione comunale di Fossò
  • Amministrazione comunale di Dolo
  • Amministrazione comunale di Camponogara
  • Amministrazione comunale di Mira
  • Amministrazione comunale di Saonara
  • Amministrazione comunale di Noventa Padovana
  • Amministrazione comunale di Fiesso d’Artico
  • Amministrazione comunale di Ponte San Nicolò
  • Amministrazione della Città Metropolitana di Venezia
  • Legambiente Sarmazza
  • Noelettrodottoaereo.it
  • prof. Giovanni Campeol e tecnici associati

Assenti giustificati:

  • Amministrazione comunale di Padova
  • Amministrazione comunale di Pianiga
  • Amministrazione comunale di Campolongo Maggiore
  • Amministrazione comunale di Campagna Lupia
  • Amministrazione comunale di Scorzè
  • Avv. Matteo Ceruti

 

Il tempo della proposta

Comunicato stampa del 28 giugno 2018

«Il ritiro del progetto dell’elettrodotto aereo ha aperto una fase nuova – spiegano i gruppi Noelettrodottoaereo.it – finalmente potremo confrontarci sulle proposte per lo sviluppo futuro del territorio».

Si comincia da un incontro fra una rappresentanza delle amministrazioni comunali coinvolte, i tecnici incaricati di studiare il progetto e i cittadini del noelettrodottoaereo.it che si terrà nella serata di venerdì a Villa Sagredo.

«Ritorniamo al futuro – commentano ancora i Noelettrodottoaereo.it – si tratta di una prima occasione per ragionare a mente fredda sui prossimi sviluppi di questa storia ultra decennale. Noi non ci fermiamo, continuiamo a perorare la causa di un’infrastruttura utile per lo sviluppo del Paese ma realizzata con tecnologie moderne, in grado di salvaguardare anche le Comunità che attraversa. Questo primo incontro, limitato ai sindaci e ai tecnici, sarà comunque propedeutico ad un’occasione di incontro e confronto pubblico che intendiamo organizzare, anche con forme inedite, entro l’anno».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *